Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Le Borse europee non si rialzano dai minimi delle ultime cinque settimane, soprattutto a causa della partenza incerta di Wall street.
L'indice Stxe 600, che fotografa l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, ha chiuso in linea rispetto alla vigilia, anche se nelle diverse piazze azionarie i segni positivi sono maggiori di quelli negativi.
Madrid, con una crescita dello 0,79%, e' stato il mercato migliore della seduta, seguito da Milano e Londra. Debole Francoforte, che ha chiuso in ribasso a causa soprattutto della debolezza del titolo Bayer (-2,63%).
A evitare un altro calo per le Borse europee, oltre al dato sull'occupazione Usa migliore delle previsioni, sono stati i titoli dell'energia grazie all'interesse di Korea National oil corporation per Dana petroleum, cresciuta a Londra del 22,34%.
Bene anche il settore delle materie prime dopo la rinuncia dell'Australia all'ipotesi di una tassa sull'attivita' mineraria, ma abbastanza solide sono apparse anche le banche, con Barclays in recupero finale del 4,54%.
Deboli invece i titoli alimentari: Nestle' ha accusato un calo dell'1,66% dopo un report negativo di Morgan Stanley. Negativo anche l'altro gigante del settore: Unilver ha ceduto lo 0,85% finale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS