Navigation

Borsa: NY debole con Cina e neve, bene Aig e finanziari

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2010 - 06:58
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Wall Street chiude debole con la stretta cinese e la tempesta di neve che si è abbattuta sul nord-est degli Stati Uniti, rendendo gli scambi particolarmente ridotti. Il Dow Jones ha perso lo 0,16% a 11.555,10 punti, il Nasdaq è avanzato dello 0,06% a 2.667,27 punti, mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dello 0,07% a 1.257,59 punti.
Aig ha consentito ai listini di limitare le perdite di avvio seduta. Il colosso assicurativo ha annunciato di essersi assicurato linee di credito per 4,3 miliardi di dollari da 36 banche, compiendo un ulteriore passo per svincolarsi dal controllo del governo. I titoli di Aig sono arrivati a guadagnare oltre l'11%, trainando l'intero comparto finanziario.
La seduta è stata caratterizzata inoltre dal calo del petrolio, sceso dai massimi degli ultimi due anni in seguito all'aumento dei tassi di interesse in Cina e ai timori di un rallentamento della domanda.
A preoccupare gli investitori è la tempesta di neve che ha colpito il nord est degli Stati Uniti nella prima giornata di saldi post natalizi: in una stagione positiva, la migliore dal 2006 in termini di spesa durante le festività, una frenata prima del previsto potrebbe pesare negativamente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?