Navigation

bORSA: Wall Street chiude negativa, DJ -0,43%, Nasdaq -0,54%

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2011 - 22:01
(Keystone-ATS)

Il sisma in Giappone e ripercussioni sull'economia gelano Wall Street che, dopo aver toccato i minimi delle ultime sei settimane, recupera nel finale e limita le perdite. Il Dow Jones perde 41,24 punti, o lo 0,43%, a 11.993,16 punti. Il Nasdaq cede 14,64 punti, o lo 0,54%, a 2.700,97 punti. Lo S&P 500 arretra di 7,89 punti, o lo 0,60%, a 1.296,39 punti.

General Electric è in calo del 2,2%, mentre Caterpillar sale del 2,1%, Chevron dello 0,9% ed Exxon Mobil dello 0,3%. Fra i singoli titoli che risentono di più del sisma in Giappone ci sono i produttori di uranio con Denison Mines che perde il 22% e Uranium Energy il 19%. In calo gli assicurativi dopo la messa in guardia di Moody's, che ha avvertito su possibili pesanti perdite del settore. Hartford Financial cede il 2,8% e Manulife Financial del 3,5%. Lubrizol sale del 28% dopo l'accordo con Warren Buffett.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?