Navigation

Borsa Asia prosegue aumento, ottimismo su crisi debito Ue

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2011 - 09:07
(Keystone-ATS)

Il rimbalzo delle borse mondiali continua questa mattina in Asia dove i listini si avviano a chiudere con nuovi consistenti rialzi una serie positiva che dura da quattro giorni e che non si vedeva, con questa intensità, dal 2009.

Sulla fiducia che i governi europei riusciranno a gestire la crisi del debito Tokyo ha chiuso in progresso di quasi il 2%, Hong Kong avanza del 2,7% e Taiwan del 2,6%.

Sui listini sono volate le banche cinesi dopo che il fondo statale Central Huijin investment ha iniziato ad acquistare azioni della Icbc (+6%) e di altri tre istituti del Paese asiatico.

In generale, grazie al ritrovato ottimismo sull'Eurozona, si registra una ripresa della propensione al rischio, con un calo del costo per assicurare le obbligazioni aziendali e sovrane dell'Asia da un rischio di default.

Di seguito gli indici dei titoli guida delle principali borse dell'area Asia-Pacifico:

- Tokyo +1,95%

- Hong Kong +2,70% (in corso)

- Shanghai +0,18% (in corso)

- Taiwan +2,59%

- Seul +1,62%

- Sydney +0,63%

- Mumbay +0,48% (in corso)

- Singapore +2,16% (in corso)

- Bangkok +2,30%

- Giakarta +3,14%

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?