Navigation

Borsa di Milano venduta a Euronext, svizzera SIX fuori dai giochi

La borsa di Milano non avrà un profumo elvetico. KEYSTONE/AP/Luca Bruno sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2020 - 09:00
(Keystone-ATS)

Il London Stock Exchange (Lse) ed Euronext raggiungono l'accordo su Borsa Italiana. Piazza Affari passa al consorzio paneuropeo di cui fanno parte anche due istituti italiani, Cdp Equity e Intesa Sanpaolo.

Al mercato di Milano era interessata anche la svizzera SIX, che aveva a sua volta presentato un'offerta.

Lse conferma in una nota di aver accettato di vendere l'intera partecipazione in Borsa Italiana a Euronext per un valore patrimoniale di 4,325 miliardi di euro (circa 4,7 miliardi di franchi), più un importo aggiuntivo che riflette la generazione di cassa da completare.

La proposta di Euronext - impresa con sede ad Amsterdam di respiro molto europeo, con diversi mercati controllati- era apparsa fin da subito quella preferita dal governo italiano.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.