Avvio di settimana in decisa crescita per la Borsa svizzera malgrado la debolezza di stamane in Asia. Il mercato è favorito dallo slancio di Wall Street di venerdì. Poco dopo le 11.20 il listino principale SMI era a quota 7'879.34 , in aumento dell'1,25%. L'indice allargato SPI segnava 7'427.75 punti (+1,08%).

Secondo gli operatori ulteriori impulsi sono attesi dall'inizio della stagione dei bilanci semestrali, che sarà lanciata questa sera dal gigante americano dell'alluminio Alcoa.

Tutti i valori guida si stanno muovendo in territorio positivo, tranne Holcim che perde lo 0,08%. Fra gli altri titoli più sensibili alle oscillazioni della congiuntura, ABB sale dell'1,50%, Adecco segna un balzo del 2,63%, Geberit cresce dello 0,98%. Nel segmento del lusso robusta progressione per Richemont (+2,66%) e Swatch Group (+2,26%).

Nel comparto bancario, UBS sale dell'1,59%, Credit Suisse del 2,60% e Julius Bär dell'1,86%. Quanto agli assicurativi, Zurich guadagna l'1,52%, Swiss Re l'1,28%. Le recenti inondazioni in Europa centrale e orientale costeranno a Swiss Re circa 300 milioni di dollari (289 milioni di franchi), indicato oggi il riassicuratore zurighese.

I due giganti farmaceutici danno una mano al mercato: Novartis sale dell'1,63%, sulla scia di notizie positive su suoi prodotti. Roche avanza dello 0,80%. Nestlé - l'altro peso massimo difensivo - guadagna lo 0,40%.

Nel mercato allargato Zehnder è in ribasso del 6,12%. L'impresa ha fatto sapere che si attende per l'intero esercizio corrente una flessione dell'utile operativo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.