Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo aver aperto in lieve calo la Borsa svizzera in mattinata ha accentuato le perdite: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 6496,82 punti (-1,19% rispetto a mercoledì), mentre il listino globale SPI perdeva l'1,09% a 5744,61 punti.
A pesare sul mercato sono soprattutto UBS (-3,05%) e Credit Suisse (-3,61%), che negli Usa sono indagate insieme ad altri istituti: il sospetto è che abbiano ingannato i clienti nel mercato ipotecario. Il terzo bancario, Julius Bär (-1,08%), soffre, ma meno.
In negativo si muovono anche gli assicurativi Swiss Re (-2,00%), Zurich (-1,52%) e Swiss Life (-3,18%). Dopo le prime battute al rialzo stanno scivolando pure Nestlé (-0,75%) e Novartis (-0,65%), mentre Roche (-0,06%) segna il passo.

SDA-ATS