Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Nel primo pomeriggio la Borsa svizzera ha ampliato ulteriormente i guadagni, favorita dai risultati trimestrali nettamente superiori alle attese della banca americana Morgan Stanley. Inoltre stando ad osservatori vi è un recupero dopo le perdite degli ultimi giorni. Poco prima delle 15.30 l'SMI guadagna lo 0,81% a 6173.07 punti, l'SPI lo 0,84% a 5459.23 punti.
Tra le blue chip occhi sempre puntati su Julius Bär (+5,34%), spinta da risultati semestrali positivi. Bene anche UBS (+2,47%) e Credit Suisse (+2,92%), che domani pubblicherà i suoi dati semestrali.
Rialzi consistenti pure per Adecco (+4,01%), ABB (+3,61%), che pure presenterà domani i risultati semestrali, Richemont (+3,29%) e Swatch Group (+3,11%). Questi ultimi due titoli sono sempre spinti dalle cifre sulle esportazioni orologiere pubblicate ieri.
Roche (-3,57%) continua ad essere sotto pressione dopo che una commissione consultiva ha raccomandato all'autorità sanitaria americana, la FDA, di revocare l'autorizzazione dell'Avastin per il trattamento del cancro al seno. L'altro colosso farmaceutico, Novartis, avanza dello 0,29% mentre il terzo peso massimo difensivo, Nestlé, sale dell'1,04%.
A parte Roche, in flessione vi sono soltanto Synthes (-1,96%) e Actelion (-0,39%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS