Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: amplia guadagni

I guadagni alla Borsa svizzera si sono rafforzati dopo la decisione della Banca centrale europea di lasciare fermi i tassi. Poco dopo le 15.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 7'823.50 punti, in crescita dell'1,93%. L'indice completo SPI era a quota 7'393.53 (+1,96%).

Il mercato si era aperto in territorio positivo sulla scia dell'andamento favorevole di ieri a New York, che ha guadagnato un po' di terreno dopo la chiusura delle piazze europee. In positivo anche le borse asiatiche, eccettuata quella di Tokyo.

Mancheranno però gli impulsi di Wall Street, hanno rammentano gli operatori. Oggi New York rimarrà chiusa per la festa dell'Indipendenza.

Tutti i valori guida sono in territori positivo, tranne Adecco e Givaudan che non registrano variazioni. In recupero le banche dopo le pesanti perdite di ieri. Il Credit Suisse avanza del 3,71%, l'UBS del 2,43% e Julius Bär dell'1,94%. Fra gli assicurativi Zurich (+1,30%) fa leggermente meglio di Swiss Re (+1,14%).

Fra gli altri titoli ciclici, ABB sale dell'1,81%, Geberit dell'1,89%, Holcim del 2,53%. Forte progressione per il comparto del lusso con Richemont che segna un incermento del 3,13% e Swatch Group del 3,07%.

Quanto ai titoli difensivi di peso, Nestlé avanza dell'1,70%, Novartis dell'1,65% e Roche del 2,04%.

Nell'indice allargato Barry Callebaut, che ha presentato oggi le cifre dei primi nove mesi dell'esercizio corrente, è in rialzo dell'1,08%.

OC Oerlikon, che ha comunicato il perfezionamento della vendita del comparto macchine tessili per fibre naturali al gruppo cinese Jinheng, cresce del 2,21%. Il gruppo calcola con un afflusso netto di fondi pari a 470 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.