Navigation

Borsa svizzera: apertura altalenante

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 dicembre 2019 - 09:31
(Keystone-ATS)

Apertura altalenante oggi alla Borsa svizzera: già nelle prime battute ha più volte attraversato la linea di demarcazione. Verso le 9:30 l'indice dei valori guida SMI segnava un -0,06% a 10'550,80 punti e quello allargato SPI un -0,05% a 12'742,62 punti.

Piatte risultano le principali piazze finanziarie europee: a Milano il Ftse Mib segna un +0,08% a 23'647 punti, a Parigi il Cac40 un +0,07% a 5'963,87 punti e a Francoforte il DAX un +0,08% a 13'232,97 punti. A Londra il FTSE100 registra un -0,05% a 7’536,62 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato la seduta col segno meno, con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto dopo le indicazioni della Banca del Giappone (Boj), che ha lasciato la politica monetaria invariata, e gli ultimi sviluppi sulla procedura di impeachment del presidente Usa Donald Trump.

Il Nikkei ha ceduto lo 0,29% a quota 23'864,85, con una perdita di 69 punti. Sui mercati dei cambi lo yen è poco variato sul dollaro a 109,50, mentre si rivaluta sull'euro a 121,90.

Ieri Wall Street, prima che la Camera votasse sull'impeachment di Trump, ha terminato la seduta debole: il Dow Jones ha perso lo 0,10% a 28'239,50 punti, il Nasdaq è salito dello 0,05% a 8'827,74 punti mentre lo S&P 500 ha ceduto lo 0,04% a 3'191,28 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.