Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta negativo per la Borsa svizzera, in seguito ai forti cali registrati a Wall Street e in Asia. Alle 9.20 l'SMI cede lo 0,74% a 6'570.05 punti, l'SPI lo 0,90% a 5'908.69 punti.

In calo anche le principali piazze europee: in apertura il DAX di Francoforte segna una flessione dello 0,75% a 7.169,04 punti, il FTSE 100 di Londra è in contrazione dello 0,79% a 5.888,87 punti, il CAC 40 di Parigi perde lo 0,60% a 4.042,51 punti e il FTSE Mib di Milano lascia già sul terreno l'1,02% a 21.999 punti.

Stamani alla Borsa di Tokyo l'indice Nikkei ha terminato gli scambi in picchiata, con un tonfo del 2,43%, a quota 10.492,38, in scia al rialzo dei prezzi del petrolio, riavvicinatisi ai 100 dollari al barile, a causa delle proteste pro-democrazia in atto in Medio Oriente e in Nordafrica.

Chiusura in ribasso, ieri sera, anche per Wall Street: il Dow Jones ha perso l'1,38% a 12.058,02 punti, il Nasdaq l'1,61% a 2.737,41 punti e lo S&P 500 l'1,57% a 1.306,40 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS