Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in calo oggi per la Borsa svizzera. Alle 09:05 circa l'indice dei titoli guida SMI perdeva lo 0,27% a 8'608,91 punti, e quello allargato SPI lo 0,26% a 8'866,54.

Borse asiatiche contrastate nell'ultima seduta della settimana che precede il Comitato Federale della Fed, la quale mercoledì prossimo si pronuncerà sui tassi Usa. Il rialzo del dollaro sullo yen favorisce Tokyo (+0,97%), mentre sono scivolate Shanghai (-0,61%), Taiwan (-1,22%) ed Hong Kong (-1,04%), ancora aperta. Più caute Seul (-0,18%) e Sidney (-0,16%). Deboli i titoli petroliferi, sospeso il colosso cinese Fosun, il cui presidente Guo Guangchang è irreperibile da oltre 1 giorno.

Chiusura in rialzo ieri per la Borsa di New York: l'indice Dow Jones ha guadagnato lo 0,47% a 17.575,35 punti e il Nasdaq lo 0,44% a 5.045,17 punti. Bene anche l'indice S&P 500 che è salito dello 0,23% a 2.052,22 punti.

In apertura, poco tonici tutti i principali mercati europei. Lo Ftse Mib di Milano cede lo 0,27% a 21'352 punti, il CAC 40 lo 0,39% a 4'617,18, il Dax di Francoforte lo 0,25% a 10'572,86 e il FTSE-100 di Londra pure lo 0,25% a 6'072,95.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS