Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in calo stamani alla Borsa svizzera. Verso le 9.10 l'indice principale SMI cedeva lo 0,57% riscendendo sotto la barra degli 8200 punti a quota 8'168,95. L'SPI scendeva dello 0,49% a 8'846,53 punti.

Avvio in calo anche per le altre principali piazze finanziarie europee. A Milano a Piazza affari l'indice Ftse Mib cedeva lo 0,39% a 17'905 punti. Alla Borsa di Parigi il CAC 40 scendeva dello 0,33% a 4'461,28. A Francoforte l'indice Dax perdeva lo 0,40% a 10'246,44 punti. Infine, alla Borsa di Londra l'indice FTSE-100 ripiegava dello 0,12% a 6.277,0 punti.

Ieri la Banca Mondiale ha tagliato le stime di crescita mondiali. Il prodotto interno lordo (PIL) aumenterà quest'anno del 2,4%, meno del 2,9% precedentemente stimato. Nel 2017 la crescita mondiale accelererà al 2,8%, sotto il 3,1% della precedente previsione.

Alla Borsa di Tokyo il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,93% a 16.830,92 punti. L'economia giapponese è cresciuta oltre le previsioni: nel periodo gennaio-marzo il PIL è migliorato dello 0,5%, rispetto al +0,4% comunicato a metà maggio, mentre il dato annualizzato ha mostrato un incremento dell'1,9% dal precedente +1,7%.

Ieri sera Wall Street ha chiuso contrastata. Il Dow Jones è salito dello 0,12% a 17.941,29 punti, il Nasdaq ha perso lo 0,14% a 4.961,75 punti mentre lo S&P 500 è avanzato dello 0,l3% a 2.112,25 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS