Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio negativo stamane alla Borsa svizzera, frenata dalle chiusure sfavorevoli in Asia. I mercati temono una svolta restrittiva della politica monetaria della Cina. Verso le 09.20 l'indice principale SMI era a quota 8.218.55, in flessione dello 0,18%. Il listino allargato SPI segnava 7.800,32 punti (-0,16%).

Forte ribasso per la borsa di Tokyo. Il principale indice Nikkei 225 ha lasciato sul terreno il 2,75% a 14'088 punti. Andamento positivo invece ieri a Wall Street. Il Dow Jones ha archiviato le contrattazioni segnando +0,62% a 15.509,21 punti. L'indice tecnologico Nasdaq ha registrato a fine seduta un progresso dello 0,56% a 3.928,96 punti.

Piazza Affari ha aperto in calo. Il Ftse Mib cede lo 0,62% a 19.037 punti. Ribasso dello 0,17% a Londra dove l'indice FTSE 100 scende a quota 6.702,03. A Francoforte il Dax ha avviato la seduta in discesa dello 0,31% a 8.952,78 punti. A Parigi l'indice Cac 40 registra una contrazione dello 0,65% a 4.247,82 punti.

Chiusura in rialzo, ieri, per il Nyse. Il principale indice Dow Jones archivia le contrattazioni segnando +0,62% a 15.509 punti. L'indice tecnologico Nasdaq registra a fine seduta un progresso dello 0,56% a 3.928 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS