Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio in leggero rialzo stamane alla Borsa svizzera, sospinta dai listini asiatici ai massimi delle ultime otto settimane dopo le indicazioni arrivate dal premier cinese su una crescita del paese non inferiore al 7%. Contribuiscono alla buona intonazione delle borse dell'area anche i dati di ieri sulle case in Usa, che allontanano i timori di una politica più restrittiva della Fed. Dopo le prime battute gli indici si sono un po' indeboliti. Alle 09,20 circa il listino principale SMI era a quota 7.933,04 in aumento dello 0,07%. L'indice allargato SPI segnava 7.494,0 punti (+0,02%).

La borsa di Tokyo ha chiuso con un progresso dello 0,82% in una giornata di scambi deboli, con l'indice Nikkei a 14'778,51 punti.

A Zurigo gli occhi sono puntati su Swatch Group: l'azione sale del 2,08%. Nel primo semestre il gigante orologiero ha realizzato un utile netto di 768 milioni di franchi, in progressione del 6%. Le vendite sono salite del 9% a 4,2 miliardi. Redditività invece in calo per Sulzer: nel primo semestre il gruppo industriale zurighese ha realizzato un utile netto di 129 milioni di franchi (-23%) e un risultato operativo di 148 milioni (-23%). Il fatturato è diminuito dell'1% a 1,9 miliardi, con vendite deboli soprattutto a inizio anno. Il titolo crolla del 12,29%.

A Milano l'indice Ftse Mib segna un progresso dello 0,22% a 16.269 punti. La Borsa di Londra ha avviato le contrattazioni in rialzo dello 0,35% con l'indice FTSE-100 a 6.646,17 punti. Partenza positiva anche a Francoforte , con il Dax in aumento dello 0,33% a quota 8.358,62. Parigi ha pure aperto in crescita. L'indice Cac 40 guadagna lo 0,23% a 3,949,20 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS