Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in rialzo oggi per la Borsa svizzera. Attorno alle 9.10 l'indice dei titoli guida SMI segnava una progressione dello 0,29% a 8636,43 punti, dopo che ieri aveva chiuso toccando il massimo dal 2008. Il listino allargato SPI registrava una progressione dello 0,23% a 8509,14 punti.

Sul fronte delle aziende, gli occhi sono puntati su Zurich e Richemont, che hanno pubblicato rispettivamente i risultati relativi all'esercizio 2013-2014 e al primo trimestre di quest'anno. Nel primo caso l'utile netto è conforme alle attese degli analisti, mentre il fatturato è superiore a quanto previsto. I dati dell'assicuratore sono nettamente migliori delle aspettative.

Apertura contrastata per i principali mercati europei: a Milano l'indice Ftse Mib segnava una crescita dello 0,1% e l'Ftse It All-Share un aumento dello 0,08%, a Francoforte il Dax era in calo dello 0,14% a 9'741,25 punti, mentre Parigi (-0,05% a quota 4'498,66) e Londra (+0,01% a quota 6'879,44) erano vicine alla parità.

Tokyo ha terminato gli scambi in territorio negativo, con l'Nikkei che ha perso 107,55 punti, a quota 14'298,21. Chiusura in calo ieri sera anche per Wall Street con il Dow Jones che ha ceduto lo 0,61% a 16'613,97 punti e il Nasdaq lo 0,72% a 4100,63 punti.

SDA-ATS