Navigation

Borsa svizzera: apertura in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2012 - 10:04
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha aperto le contrattazioni in ribasso, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo le prime battute segna 6'223,70 punti, in calo dello 0,23%, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,21% a quota 5'636,93.

La decisione dell'Eurogruppo di dare via libera al secondo piano di aiuto alla Grecia continua a suscitare prudenza sui mercati. Numerosi sono gli analisti che ritengono che ci siano ancora molti ostacoli da superare.

Di segno positivo Milano (Ftse Mib +0,10% a 16,778 punti), Parigi (CAC 40 +0,18% a 3.471,58 punti) e Londra (Ftse-100 +0,13% a 5.936,05 punti). L'indice Dax della Borsa di Francoforte ha invece aperto invariato a 6.912,14 punti.

Stamane la Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in progressione dello 0,96%: l'indice Nikkei è cresciuto di 90,98 punti a 9.554 punti. Chiusura contrastata, ieri sera, per Wall Street: il Dow Jones è salito dello 0,13% a 12.966,30 punti; il Nasdaq ha ceduto lo 0,11% a 2.948,57 punti, mentre lo S&P 500 è avanzato dello 0,07% a 1.362,25 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?