Navigation

Borsa svizzera: apertura negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2011 - 09:30
(Keystone-ATS)

Avvio in flessione alla Borsa svizzera. Dalle altre piazze sono giunti segnali contrastanti. Decisiva sarà l'evoluzione nella crisi del debito greco, hanno rilevato gli operatori. Alle 09.20 circa il listino principale SMI segna 6121,11 punti, in calo dello 0,59%. L'indice complessivo SPI è a quota 5618,59 (-0,58%).

Svolgerà un ruolo anche l'importante scadenza oggi di derivati Eurex. I broker si attendono volumi di contrattazioni consistenti. Per il pomeriggio sono d'altro canto attesi alcuni dati macroeconomici americani. A Wall Street il Dow Jones ha chiuso con un rialzo dello 0,54% a 11'961,52 punti, mentre il Nasdaq ha perso lo 0,29% a 2623,70 punti.

La Borsa di Tokyo è uscita dagli scambi con l'indice Nikkei in discesa dello 0,64% a quota 9'351,40. In Europa, a Milano l'indice Ftse Mib cedeva in avvio lo 0,79% a 19'696 punti. La Borsa di Londra ha aperto la seduta con l'indice FTSE 100 in arretramento dello 0,53% a quota 5668,72. L'indice Dax della Borsa di Francoforte perde lo 0,36% a 7084,27 punti, mentre a Parigi il Cac 40 scende dello 0,47% a 3774,55 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?