Navigation

Borsa svizzera: apertura negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2011 - 09:39
(Keystone-ATS)

Avvio in flessione oggi per la Borsa svizzera: alle 9.25 l'SMI cede lo 0,84% a 5'803.71 punti, l'SPI lo 0,78% a 5'275.83 punti. Partenza negativa anche per le principali piazze europee, con il DAX in calo dello 0,87% a 6.290 punti a Francoforte, il FTSE 100 che perde lo 0,85% a 5.652 punti a Londra, il CAC 40 che scende dell'1,50% a 3.298 punti a Parigi. A Milano in apertura il FTSE Mib segna -1,24% a 16.441 punti, l'All Share -1,15% a 17.241.

Stamani la Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi in calo dello 0,69%, malgrado le azioni dirette sui mercati di governo e Bank of Japan per "raffreddare" la corsa dello yen. L'indice Nikkei si è portato a quota 8.988,39, con la perdita di 62,08 punti.

Tra gli operatori, in particolare, restano i dubbi sulla "durata" degli effetti a tutela dello yen, che stamani, prima dell'intervento, aveva raggiunto un nuovo record dal 1945: 75,32 yen per un dollaro. La valuta nipponica si rafforzerà ulteriormente se il board di politica monetaria della Federal Reserve americana deciderà ulteriori misure di allentamento quantitativo nella riunione che si terrà domani. In assenza di un coordinamento internazionale, quindi, le misure di Tokyo potrebbero risolversi in un nulla di fatto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?