Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio in rialzo stamane alla Borsa svizzera, spinta dall'andamento favorevole in Asia e dello sprint finale di ieri a Wall Street. I mercati sono inoltre sostenuti dalle dichiarazioni di Angela Merkel. La cancelliera tedesca ha rilevato che vi è unanimità tra i capi di Stato europei sulla necessità di fare di tutto per mantenere l'euro. Alle 09.20 circa il listino principale segna 6542,61 punti, in aumento dello 0,37%. L'indice allargato SPI è a quota 6037,24 (+0,28%).

A Zurigo Swiss Life, che stamane ha pubblicato un utile semestrale superiore alle attese, guadagna il 3,63%. Stamane a Tokyo l'indice Nikkei ha terminato gli scambi con un guadagno dello 0,77%, salendo a 9162,50 punti, il massimo degli ultimi tre mesi.

Chiusura in rialzo per Wall Street, con il Dow Jones che in progressione dello 0,65% a 13.240,11 punti e il Nasdaq dell'1,04% a 3062,39.

Apertura positiva anche sulle altre principali piazze europee. A Milano il Ftse Mib segna un aumento dello 0,91% a 15.068 punti. Alla Borsa di Londra l'indice Ftse-100 guadagna lo 0,21% a 5846,85 punti. A Francoforte il Dax segna +0,11% a 7003,70 punti e a Parigi l'indice Cac 40 cresce dello 0,25% a 3489,11 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS