Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in rialzo per la Borsa svizzera: alle 09.15 l'SMI guadagna lo 0,41% a 8'419.85 punti, l'SPI lo 0,43% a 8'298.00 punti. Subito in evidenza Julius Bär (+7,21%) - che ha presentato oggi utili in forte crescita per l'esercizio 2014 e annunciato la soppressione di 200 impieghi nell'ambito di un programma di risparmio da 100 milioni di franchi - e Holcim (+2,56%). Il gruppo irlandese CRH ha confermato di aver acquistato 6,5 miliardi di euro di attivi che il gigante del cemento e il concorrente francese Lafarge sono stati costretti a vendere nel quadro della loro fusione.

Partenza positiva anche per le principali piazze europee: a Londra l'indice FTSE 100 sale dello 0,42% a 6.777,54 punti, a Francoforte il DAX avanza dello 0,24% a 10.719,84 punti, a Parigi il CAC 40 cresce dello 0,26% a 4.616,03 punti mentre a Milano l'indice Ftse Mib nei primi scambi segnava un +0,45% a 20.597 punti.

Stamani l'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso in calo dello 0,66% a 17'558,04 punti, penalizzata dalla frenata dell'industria manifatturiera in Cina e dal rincaro dello yen.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS