Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in lieve ribasso per la Borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8800,23 punti (-0,20% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,17% a 8688,25 punti.

Al mercato mancano attualmente gli impulsi necessari per assumere un orientamento preciso. Le piazze asiatiche hanno terminato in ordine sparso (Tokyo era chiusa per festività), mentre Wall Street ha finito le contrattazioni in calo (Dow Jones -0,62% a 17'172,68 punti, Nasdaq -1,14% a 4527,69 punti).

Le ultime indicazioni sulla congiuntura cinese, con l'indice dei manager degli acquisti inaspettatamente buono, hanno fatto rientrare i timori di una brusca frenata dal gigante asiatico. Stando agli operatori è quindi in atto un consolidamento a un livello elevato.

Sul fronte interno scarseggiano le notizie di rilievo riguardanti le blue chip. Le variazioni di corso sono meramente frazionali, con le uniche eccezioni di Actelion (-1,87%) e Syngenta (+1,44%).

L'avvio di seduta è stato anemico anche per le altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,41% a 9709,30 punti), Parigi (Cac 40 -0,28% a 4430,30 punti) e Milano (Ftse Mib -0,14% a 20,644 punti). Alle 9.10 il dato di Londra non era ancora disponibile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS