Navigation

Borsa svizzera: apre in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 novembre 2011 - 09:36
(Keystone-ATS)

Apertura positiva per la Borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 5712,18 punti (+0,52% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,54% a 5203,31 punti.

Tutte le piazze sperano che con l'annuncio di prossime dimissioni da parte del presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi possa allentarsi la tensione riguardo al debito dell'Eurozona. Buone notizie arrivano dalla Cina, dove l'inflazione sta rallentando, ciò che alimenta le speranze su un ammorbidimento della politica monetaria.

Sul fronte interno, l'attenzione è puntata sui trimestrali di Holcim (+2,66%) e di Swisscom (-0,54). Fa intanto ancora parlare di sé UBS (+1,25%): ieri sera Kaspar Villiger ha detto che la banca non vuole attendere all'infinito prima di prendere una decisione definitiva sulla direzione del gruppo e ha lasciato intendere di avere simpatia per l'attuale CEO ad interim Sergio Ermotti.

In Europa avvio in rialzo anche per Francoforte (Dax +1,42% a 6045,87 punti), Londra (Ftse 100 +0,83% a 5613,35 punti), Parigi (Cac 40 +0,85% a 3170,16 punti) e Milano (Ftse Mib +1,47%). Ieri Wall Street ha chiuso in positivo (Dow Jones +0,84% a 12'170,18 punti, Nasdaq +1,20% a 2727,49 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei +1,15% a 8755,44 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?