Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva per la borsa svizzera, sostenuta dall'aumento del prezzo del petrolio: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8179,50 punti, in progressione dell'1,80% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava l'1,76% a 8439,10 punti.

Il mercato accoglie con favore il ritorno del barile di greggio sopra la soglia dei 30 dollari: l'effetto si è già fatto sentire sulle piazze asiatiche, Tokyio in primis (Nikkei +5,88% a 16'958,53 punti).

Fra gli investitori domina comunque la prudenza, perché già nel recente passato i momenti di ripresa sono stati utilizzati per realizzare i guadagni. Impulsi potrebbero inoltre provenire da diversi dati macroeconomici americani.

Tutti i titoli SMI sono chiaramente in rialzo, a partire dal Transocean (+4,75%), particolarmente sensibile al corso del petrolio.

L'avvio di seduta è stato al rialzo anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +1,96% a 9762,55 punti), Londra (Ftse 100 +1,56% a 5861,96 punti), Parigi (Cac 40 +2,06% a 4293,26 punti) e Milano (Ftse Mib +1,88% a 19'084 punti).

Wall Street ha terminato ieri in modo positivo (Dow Jones +0,74% a 15'882,68 punti, Nasdaq +0,01% a 4472,06 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS