Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva per la borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 8738,19 punti, in progressione dello 0,31% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,48% a 9861,64 punti.

Il mercato conferma così l'ottimo avvio di settimana, seguito al voto delle presidenziali francesi che ha visto il pro-europeista Emmanuel Macron imporsi al primo turno sull'euroscettivca Marine Le Pen. La possibile vittoria finale di Macron ha messo le ali ieri alle piazze di tutto il continente.

Sul fronte interno gli occhi sono puntati su Novartis (+1,15%), che ha presentato risultati trimestrali in linea con le aspettative. Tutti gli altri titoli presentano variazioni meramente frazionali, con l'unica eccezione di Swiss Re (-4,45%), che vede l'azione scambiata da oggi senza la cedola del dividendo.

L'avvio di seduta è stato meno tonico sulle altre borse europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,02% a 12'457,83 punti), Londra (Ftse 100 -0,03% a 7262,77 punti), Parigi (Cac 40 +0,10% a 5274,36 punti) e Milano (Ftse Mib +0,16% a 20'717 punti).

Wall Street ha terminato ieri in modo positivo (Dow Jones +1,05% a 20'763,89 punti, Nasdaq +1,24% a 5983,82 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei +1,08% a 19'079,33 punti)

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS