Navigation

Borsa svizzera: apre in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2011 - 09:20
(Keystone-ATS)

Inizio di settimana in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 6502,83 punti (-0,39% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,37% a 5833,40 punti.

Venerdì Wall Street ha perso ulteriormente terreno dopo la chiusura delle piazze europee, terminando in netto calo (Dow Jones -1,39% a 11'823,70 punti, Nasdaq -2,48% a 2686,89 punti) e stamani Tokyo ha fermato le contrattazioni ai minimi da due mesi (Nikkei -1,18% a 10'237,92 punti). Sui mercati pesa la situazione politica in Nordafrica, fonte di insicurezza generale: un evidente segnale di crisi è il nuovo rafforzamento del franco nei confronti del dollaro.

In Europa tutte le piazze hanno avviato le contrattazioni in ribasso: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,11% a 7094,56 punti), Parigi (Cac 40 -0,50% a 3982,49 punti), Londra (Ftse-100 -0,11% a 5874,72 punti) e Milano (Ftse Mib -0,70 a 21'871 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?