Navigation

Borsa svizzera: apre in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2011 - 09:17
(Keystone-ATS)

Apertura negativa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 5975,45 punti (-0,83% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,78% a 5497,46 punti.

Continua a tenere banco la crisi della zona euro e a questo fattore di incertezza si è aggiunto ieri un aumento della tensione sul fronte del debito Usa: di fronte all'impasse che si è creata sul fronte del bilancio è giunta infatti la messa in guardia del presidente della Fed, mentre l'agenzia Moody's ha fatto sapere che potrebbe abbassare il rating del paese.

In Europa avvio debole anche per Francoforte (Dax -0,87% a 7204,94 punti), Londra (Ftse 100 -0,84% a 5856,42 punti), Parigi (Cac 40 -0,99% a 3755,59 punti) e Milano (Ftse Mib -1,03% a 18'648 punti). Ieri Wall Street ha chiuso in rialzo (+Dow Jones +0,36% a 12'491,61 punti, Nasdaq +0,54% a 2796,92 punti), mentre oggi Tokyo ha terminato la seduta in frenata (-0,27% a 9936,12 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?