Navigation

Borsa svizzera: apre in ribasso

La settimana parte in modo non entusiasmante. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2020 - 09:06
(Keystone-ATS)

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'466,35 punti, in flessione dello 0,69% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,70% a 12'979,05 punti.

Archiviata una settimana che ha visto l'SMI salire dell'1%, gli investitori sembrano ora impegnati in una fase di consolidamento. Domina la cautela, alla luce dell'aumento mondiale delle infezioni di coronavirus, con conseguenze tutte da determinare sulla ripresa globale. Anche l'avvicinarsi delle elezioni americane genera incertezza.

Sul fronte interno sotto i riflettori appaiono UBS (-1,23%) e Credit Suisse (-1,37%), interessate dalle indagini della rete giornalistica mondiale ICIJ sul tema del riciclaggio.

Anche altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: può essere fatto l'esempio di Francoforte (Dax -0,90% a 12'994 punti).

Wall Street ha chiuso venerdì in rosso (Dow Jones -0,88% a 27'657,29 punti, Nasdaq -1,07% a 10'793,28 punti), mentre oggi Tokyo era chiusa.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.