Tutte le notizie in breve

Apertura in timido rialzo per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8314,16 punti, in progressione dello 0,12% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,16% a 9083,00 punti.

Dopo le perdite subite nelle ultime sedute un rimbalzo di natura tecnica era previsto. Gli investitori si mostrano comunque prudenti: troppe sono le incertezze legate all'entrata in carica del nuovo presidente americano Donald Trump. Negli Usa molto attesi sono inoltre diversi risultati aziendali - a cominciare da quelli di Goldman Sachs e Citigroup - nonché diversi dati macro che arriveranno nel pomeriggio.

Sul fronte interno sotto pressione sono i bancari UBS (-1,60%) e Credit Suisse (-2,23%), mentre in positivo si segnala Novartis (+1,12%). Tutti gli altri valori presentano variazioni frazionali.

L'avvio di seduta è stato positivo anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,45% a 11'592,12 punti), Londra (Ftse 100 +0,50% a 7256,31 punti), Parigi (Cac 40 +0,30% a 4874,31 punti) e Milano (Ftse Mib +0,20% a 19'341 punti).

Wall Street ha terminato ieri in modo negativo (Dow Jones -0,30% a 19'826,77 punti, Nasdaq -0,63% a 5538,73 punti), mentre oggi Tokyo si è mostrata più ispirata (Nikkei +0,43% a 18'894,37 punti).

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve