Apertura poco mossa per la borsa svizzera, con Credit Suisse in profondo rosso: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8119,89 punti, in flessione dello 0,05% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,04% a 8428,71 punti.

Il mercato è sostenuto dalla chiusura di Wall Street (Dow Jones +1,13% a 16'336,66 punti, Nasdaq -0,28% a 4504,23 punti), che ha recuperato terreno dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente. Le piazze asiatiche appaiono però contrastate, con Tokyo in calo (Nikkei -0,85% a 17'044,99 punti).

Sul fronte interno gli occhi sono puntati su Credit Suisse (-7,86%), che ha pubblicato oggi deludenti dati relativi al 2015. Anche i bilanci di Swisscom (-3,60%) sono stati male accolti.

L'avvio di seduta è stato migliore sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,93% a 9522,67 punti), Londra (Ftse 100 +1,52% a 5925,62 punti), Parigi (Cac 40 +1,16% a 4276,17 punti) e Milano (Ftse Mib +1,85% a 17'737 punti).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.