Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera, con Credit Suisse in profondo rosso: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8119,89 punti, in flessione dello 0,05% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,04% a 8428,71 punti.

Il mercato è sostenuto dalla chiusura di Wall Street (Dow Jones +1,13% a 16'336,66 punti, Nasdaq -0,28% a 4504,23 punti), che ha recuperato terreno dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente. Le piazze asiatiche appaiono però contrastate, con Tokyo in calo (Nikkei -0,85% a 17'044,99 punti).

Sul fronte interno gli occhi sono puntati su Credit Suisse (-7,86%), che ha pubblicato oggi deludenti dati relativi al 2015. Anche i bilanci di Swisscom (-3,60%) sono stati male accolti.

L'avvio di seduta è stato migliore sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,93% a 9522,67 punti), Londra (Ftse 100 +1,52% a 5925,62 punti), Parigi (Cac 40 +1,16% a 4276,17 punti) e Milano (Ftse Mib +1,85% a 17'737 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS