Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9098,06 punti, in flessione dello 0,08% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,19% a 9236,26 punti.

Fra gli investitori domina la prudenza: nell'Eurozona sembrano non trovar mai fine le discussioni per salvare la Grecia dalla bancarotta, mentre negli Usa gli ultimi buoni dati sul mercato del lavoro fanno temere un rialzo dei tassi più rapido del previsto.

Sul fronte interno balzo di Actelion (+5,53%), dopo che un domenicale britannico ha riferito di una possibile offerta da parte di Shire. Syngenta (-1,87%) continua nel frattempo a respingere le avances di Monsanto, giudicando troppo basso il prezzo proposto. Tutti gli altri titoli presentano variazioni meramente frazionali.

Le piazze asiatiche hanno oggi chiuso in ordine sparso, con Tokyo che si è rivelata poco tonica (Nikkei -0,02% a 20'457,19 punti). Wall Street ha da parte sua venerdì terminato contrastata (Dow Jones -0,31% a 17'849,46 punti, Nasdaq +0,18% a 5068,46 punti).

L'avvio di seduta non è stato univoco sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,58% a 11'131,86 punti), Londra (Ftse 100 +0,05% a 6808,25 punti), Parigi (Cac 40 -0,30% a 4906,17 punti) e Milano (Ftse Mib +0,06% a 22'863 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS