Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8870,07 punti, in progressione dello 0,08% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,15% a 9005,96 punti.

Gli investitori continuano a seguire gli sviluppi della crisi greca, che oggi potrebbe vivere ore decisive. Sul fronte interno gli occhi sono puntati sul cambio euro-franco, che contrariamente a quanto ci si poteva attendere non ha subito scossoni dopo il referendum ellenico.

Le piazze asiatiche hanno oggi chiuso in ordine sparso, con Tokyo che è rimbalzata dopo le perdite della vigilia (Nikkei +1,31% a 20'376,59 punti). Wall Street ha da parte sua ieri terminato in lieve calo (Dow Jones -0,26% a 17'683,58 punti, Nasdaq -0,34% a 4991,94 punti).

L'avvio di seduta è stato positivo pure sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,36% a 10'930,02 punti), Londra (Ftse 100 +0,10% a 6547,57 punti), Parigi (Cac 40 +0,02% a 4712,63 punti) e Milano (Ftse Mib +0,40% a 21'692 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS