Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9389,60 punti, in progressione dello 0,09% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,05% a 9507,69 punti.

Il mercato è frenato da deboli dati congiunturali cinesi, con la produzione industriale ai minimi da 15 mesi. Sul fronte interno non si segnalano notizie particolari riguardo ai titoli SMI e le variazioni sono inferiori al mezzo punto percentuale: l'unica eccezione è costituita dalla sempre volatile Transocean (+1,71%). Nel mercato allargato sono stati accolti bene i risultati semestrali di Sika (+1,65%), che tiene oggi anche un'assemblea generale straordinaria.

Intanto Wall Street ha chiuso ieri in negativo (Dow Jones -0,67% a 17'731,92 punti, Nasdaq -0,49% a 5146,41 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei -0,67% a 20'544,53 punti).

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,38% a 11'467,83 punti), Parigi (Cac 40 -0,23% a 5075,25 punti), Londra (Ftse-100 -0,05% a 6651,83 punti) e Milano (Ftse Mib -0,14% a 23'595 punti).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS