Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 7854,91 punti, in flessione dello 0,09% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,05% a 8344,23 punti.

Le borse asiatiche hanno chiuso in ordine sparso, con Tokyo negativa (Nikkei 1,25% a 16'724,81 punti). Wall Street ha terminato in rialzo e ai massimi del 2016 (Dow Jones+0,90% a 17'481,49 punti, Nasdaq +0,23% a 4774,99 punti).

Gli investitori dovrebbero però dare prova di prudenza visto che oggi è il cosiddetto "giorno delle streghe", il momento in cui scadono futures e opzioni su indici e azioni, ciò che provoca spesso un aumento degli scambi e sbalzi non indifferenti.

Sul fronte interno le variazioni dei singoli titoli sono al momento meramente frazionali, con l'unica eccezione di Transocean (+1,26%).

L'avvio di seduta è stato sostanzialmente positivo sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,14% a 9905,67 punti), Londra (Ftse 100 +0,08% a 6206,07 punti), Parigi (Cac 40 +0,21% a 4452,04 punti) e Milano (Ftse Mib +0,52%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS