Navigation

Borsa svizzera: apre vicino alla parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2011 - 09:30
(Keystone-ATS)

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 5484,56 punti (+0,24% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,10% a 4982,02 punti.

Dopo il forte rialzo di ieri (+2%) in seguito ai progressi sul fronte del debito greco una fase di realizzi di guadagno era attesa, tanto più che gli indici americani (Dow Jones +0,07% a 11'408,66 punti, Nasdaq -0,86% a 2590,24 punti) hanno ieri perso terreno dopo la chiusura delle contrattazioni nel Vecchio continente. Oggi Tokyo ha terminato in lieve progresso (Nikkei +0,23% a 8741,16 punti).

In Europa l'avvio è stato debole anche per Francoforte (Dax -0,26% a 5557,07 punti), Londra (Ftse-100 -0,37 a 5343,85 punti) e Parigi (Cac 40 -0,04% a 2982,86 punti). Milano è partita invece in leggero rialzo (Ftse Mib +0,07%).

Vi è ovunque attesa riguardo alle mosse che saranno decise della Federal Reserve per sostenere l'economia Usa. In Svizzera al centro dell'attenzione figura anche UBS (+0,29%), la cui direzione si riunisce oggi a Singapore, dove si trova una dei suoi principali azionisti, il fondo sovrano GIC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?