Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio al rialzo stamane per i listini alla borsa svizzera. Verso le 09.30, l'indice SMI dei titoli guida guadagnava lo 0,43% a 7368,37 punti. L'indice allargato SPI saliva dello 0,40% a 6782,43 punti.

Partenza incerta per Piazza Affari a Milano: il primo indice Ftse Mib segnava una crescita dello 0,04%, il Ftse It All-Share un calo dello 0,03%. Alla Borsa di Londra il FTSE 100 ha aperto in progresso dello 0,24%. A Francoforte il Dax segnava un +0,22%. Positiva anche Parigi con l'indice Cac 40 in crescita dello 0,40%.

I realizzi e il rialzo dello yen, soprattutto contro l'euro, hanno pesato sulla Borsa di Tokyo che ha chiuso la seduta in calo dell'1,80%. L'indice Nikkei ha ceduto 203,91 punti, a quota 11.153,16.

Gli investitori hanno mostrato prudenza, oltre che per alcuni dati societari contrastanti (Sony ha perso il 10% circa), anche per i giudizi del presidente della Bce, Mario Draghi, che ieri ha detto di vedere ancora rischi per l'economia europea.

Chiusura in territorio negativo ieri per Wall Street. Il Dow Jones ha ceduto lo 0,30% a 13.944,05 punti, il Nasdaq lo 0,11% a 3.165,13 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0,2% a 1.509,23 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS