Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Partenza al ribasso oggi per la Borsa svizzera, con gli operatori in attesa dei dati americani sulla disoccupazione. Verso le 09.20, l'indice SMI delle blue chip cedeva lo 0,26% a 9433,62 punti.

L'indice completo SPI perdeva lo 0,23% a 9574,90 punti.

Piazza Affari a Milano ha aperto in lieve rialzo. Il Ftse Mib segna un +0,05% a 23.820 punti. A Francoforte, il Dax cedeva lo 0,20% a 11'561,37 punti. Il CAC 40 a Parigi faceva segnare in avvio una contrazione dello 0,08% a 5'187,87 punti. Sul mercato londinese, il Ftse-100 lasciava sul terreno lo 0,15% a 6'737,23 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi a +0,29%, frenata dall'attesa dei dati sull'occupazione Usa di luglio che, se solidi, potrebbero portare la Federal Reserve a rialzare i tassi già a settembre.

L'indice Nikkei, con lo yen tornato a indebolirsi e la tendenza positiva dei trimestrali, ha guadagnato 60,12 punti, a 20.724,56. La Bank of Japan ha mantenuto invariata la politica monetaria di maxi allentamento e l'obiettivo di inflazione al 2%, malgrado la dinamica resti molto vicina allo zero.

Chiusura in calo per Wall Street ieri sera, con il Dow Jones che è sceso dello 0,67% a 17.442,02 punti, il Nasdaq dell'1,62% a 5.056,44 punti, e lo S&P 500 dello 0,77% a 2.083,73 punti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS