Navigation

Borsa svizzera: avvio debole

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 marzo 2012 - 09:38
(Keystone-ATS)

Apertura negativa stamane alla Borsa svizzera, sulla scia dell'andamento di Wall Street e dell'indice cinese dei responsabili degli acquisti, sceso per la quinta volta consecutiva, hanno rilevato gli operatori. Verso le 09.30 il listino principale SMI segna 6275,39 punti, in calo dello 0,23%. L'indice allargato SPI è a quota 5755,65 (-0,20%).

Per il pomeriggio sono attesi dati settimanali sul mercato del lavoro. A Wall Street ieri il Dow Jones ha perso lo 0,35% a 13'124,62 punti e il Nasdaq è salito dello 0,04% a 3075,32 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi con il Nikkei in rialzo dello 0,40% a quota 10'127,08, superando nel finale il disappunto degli investitori sui timori del rallentamento dell'economia cinese.

Apertura all'insegna del ribasso anche sulle principali piazze europee. A Londra l'indice Ftse-100 in avvio è in calo dello 0,25% a 5877,35 punti. Stesso arretramento per il Dax a Francoforte che scende a quota 7071,42. Alla Borsa di Parigi l'indice Cac cede lo 0,36% a 3514,61 punti. Piazza Affari ha aperto in leggero calo. Il Ftse Mib è in flessione dello 0,12% a 16'717.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?