Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta in calo oggi per i listini alla borsa svizzera, nell'attesa che negli Stati Uniti si giunga finalmente ad un'intesa per evitare il default. Poco prima delle 09.30, l'indice SMI dei titoli principali cedeva lo 0,33% a 7957,88 punti. Sul mercato allargato, l'SPI perdeva lo 0,34% a 7564,78 punti.

Apertura in leggero rialzo a Milano, con l'indice Ftse Mib in progresso dello 0,08% a 19.015 punti. In territorio negativo Londra; dopo le prime contrattazioni il FTSE cede lo 0,16% a 6.538,43 punti. Avvio in flessione anche per la Borsa di Francoforte, con l'indice Dax in arretramento dello 0,13% a 8.792,99 punti. A Parigi il Cac 40 subisce una contrazione dello 0,63% a 4.229,05 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi con un rialzo frazionale dello 0,18%, a causa della prudenza legata al negoziato in stallo al Congresso americano sul debito, a meno di 24 ore dal primo default della storia degli Usa. L'indice Nikkei, dopo una seduta volatile, ha segnato una progressione di 25,60 punti, a quota 14.467,14.

Chiusura in territorio negativo ieri per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,87% a 15'168.01 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,56% a 3'794.01 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS