Navigation

Borsa svizzera: avvio in flessione

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 febbraio 2012 - 09:32
(Keystone-ATS)

Apertura al ribasso stamane per la Borsa svizzera. Al centro dell'interesse degli investitori continua a figurare la crisi debitoria di Eurolandia. Alle 09.20 il listino principale SMI segna 6123,88 punti, in calo dello 0,98%. L'indice allargato SPI è a quota 5596,66 (-0,19%).

Sull'indice dei valori guida si fa sentire il titolo Novartis in calo del 3,84% o di 1,98 franchi. Va tuttavia notato che da oggi l'azione è negoziata senza la cedola del dividendo pari a 2,25 franchi.

Dalle altre piazze non sono giunti segnali chiari, hanno rilevato gli operatori. Anche dal punto di vista dei bilanci aziendali gli impulsi scarseggiano. La Borsa di Tokyo ha chiuso in lieve calo, con l'indice Nikkei sceso dello 0,14% a 9633,93 punti.

In calo anche le principali piazze europee. A Milano l'indice Ftse Mib segna un calo dello 0,77% 13.363 punti. A Londra l'indice Ftse 100 è in discesa dello 0,47% a quota 5907,01. Alla Borsa di Francoforte il Dax perde lo 0,68% a 6817,46 punti, mentre a Parigi l'indice Cac 40 arretra dello 0,48% a 3450,41 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?