Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio in leggero rialzo stamane per la borsa svizzera. Verso le 09.10, l'indice SMI delle blue chip guadagnava lo 0,23% a 8563,46 punti. Il listino completo SPI saliva dello 0,22% a 8451,73 punti. In recupero il titolo di Credit Suisse, dopo alcune sessioni sotto pressione per la vertenza fiscale con gli Stati Uniti.

A Milano, Piazza Affari ha aperto la seduta poco variata; il Ftse Mib cede lo 0,05% a 21.245 punti. Apertura prudente per Francoforte, col Dax in progressione dello 0,11% a 9.765,62 punti. Esordio stabile per Parigi col CAC40 in lieve crescita: +0,03% a 4506,56 punti. Apre poco mossa la Borsa di Londra: l'indice Ftse-100 segna un -0,02% a 6.871,42 punti.

La borsa di Tokyo ha archiviato la seduta poco sotto la linea (-0,14%) dopo una giornata di scambi all'insegna della prudenza: l'indice Nikkei ha terminato a 14'405,76 punti.

Chiusura contrastata, ieri, per Wall Street, con il Dow Jones che ha guadagnato lo 0,12% a 16'715,44 punti e il Nasdaq che ha perso lo 0,33% a 4130,17 punti. In terreno positivo l'indice S&P500 che, dopo aver superato per la prima volta la soglia psicologica dei 19900 punti, ha terminato salendo dello 0,04% a 1897,45 punti.

SDA-ATS