Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha avviato stamani le contrattazioni in leggero rialzo. Verso le 9:15 l'indice guida SMI segnava un debole +0,06% a 9.302,49 punti e quello allargato SPI guadagnava lo 0,04% a 10.629,85 punti.

Avvio contrastato nelle principali piazze europee. A Milano l'Ftse Mib segnava un +0,1% a 22.421 punti. A Francoforte l'indice Dax avanzava dello 0,09% a 12.995 punti, mentre Parigi registrava un +0,04% con il Cac 40 a 5.362 punti. Londra era invece negativa con il Ftse 100 a -0,37% (7.530 punti).

Chiusura di settimana in positivo per le Borse di Asia e Pacifico con Tokyo che stamani ha guadagnato l'1% sopra i 21mila punti. Il governatore della Banca centrale del Giappone (Boj), Haruhiko Kuroda, ha espresso ottimismo sulla sostenibilità della crescita globale. In lieve rialzo anche Hong Kong (+0,04%), Shanghai (+0,11%) e Shenzhen (+0,57%) mentre l'export della Cina ha accelerato a settembre con un +8,1% a 198,3 miliardi di dollari.

In Europa sono attesi oggi alcuni dati macro come l'inflazione in Germania e dagli Usa, a partire dal primo pomeriggio, l'indice dei prezzi al consumo, le vendite al dettaglio, le scorte delle imprese e l'indice di fiducia dell'Università del Michigan.

Ieri Wall Street ha chiuso in territorio negativo: il Dow Jones ha perso lo 0,14% a 22.840,11 punti, il Nasdaq lo 0,18% a 6.591,91 punti mentre lo S&P 500 ha ceduto lo 0,18% a 2.550,72 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS