Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Apertura incerta stamane alla Borsa svizzera. Dopo le prime battute in territorio positivo, i listini sono scesi al di sotto della parità. L'indice SMI dei titoli guida alle 09.20 è a quota 6190,74, in calo dello 0,17%. L'indice allargato SPI segna 5475,93 punti (-0,13%).
I risultati degli stress test effettuati dalla Banca centrale europea sui principali istituti dovrebbero dare, assieme alle chiusure positive di Wall Street e di stamane in Asia, una spinta al mercato. I test di resistenza non hanno d'altro canto destato sorprese, con un esito negativo per 7 istituti su 91. Era infatti atteso che una o l'altra banca non riuscisse a superare l'esame, ha osservato un operatore.
La Borsa di Tokyo ha terminato la seduta con l'indice Nikkei in rialzo dello 0,77% a 9503,66 punti, sulla scia dell'indebolimento dello yen sulle principali valute internazionali e dei dati sugli stress test.
La Borsa di Londra ha aperto al rialzo, con l'indice FTSE-100 in crescita dello 0,63% a 5345,86 punti. A Francoforte l'indice Dax a ha avviato le contrattazioni con un incremento dello 0,56% a quota 6201,02. la Borsa di Parigi guadagna lo 0,77% a 3634,76 punti. A Milano l'indice FTSE Mib avanza dello 0,50% a 20.706,14 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS