Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Apertura incerta stamane alla Borsa svizzera. Nei primi minuti di contrattazione i listini hanno oscillato attorno alla linea di demarcazione. Alle 09.15 circa l'indice SMI dei titoli guida segnava 6370,11 punti, in calo dello 0,16%. L'indice allargato SPI era a quota 5642,79 (-0,03%).
Wall Street ha chiuso in rialzo sulla scia dei buoni risultati dalle vendite al dettaglio e di un leggero miglioramento dell'occupazione nel settore privato. Il Dow Jones è salito dello 0,41% a 10'680,43 punti, il Nasdaq dello 0,88% a 2303,57 punti. La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi con il Nikkei in rialzo dell'1,73% a 9653,92 punti.
I dati positivi provenienti dagli Stati Uniti erano già stati integrati nei corsi di ieri, hanno rilevato gli operatori. Tre blue chip elvetiche hanno pubblicato il bilancio intermedio: Swiss Re è in discesa del 3,66%, Zurich Financial perde il 3,36% e Transocean guadagna l'1,23%
La Borsa di Londra ha aperto all'insegna della stabilità, con l'indice FTSE in calo nei primi scambi dello 0,04% a 5383,94 punti. L'indice Dax dei valori guida della Borsa di Francoforte ha aperto pressoché invariato (+0,02% a 6.332,82 punti). A Parigi l'indice CAC 40 è in lieve progresso dello 0,08% a quota 3763,72. Apertura in leggero rialzo anche per Piazza Affari con l'indice Ftse Mib che guadagna lo 0,09% a 21.485 punti, mentre l'All Share registra un incremento dello 0,04% a 21.923.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS