Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: avvio incerto

Apertura incerta oggi alla Borsa svizzera: dopo un avvio in rialzo è scesa al di sotto della linea di demarcazione per tornare in territorio positivo. Verso le ore 9:20 l'indice dei valori guida SMI segnava un incremento dello 0,07% a 6596,93 punti, quello allargato SPI dello 0,63% a 5960,69 punti.

Sui mercati prevale la prudenza con le tensioni politiche in tutto il Medio Oriente e Nord Africa, soprattutto in Libia, nonché per l'aumento dei prezzi del petrolio, tornato sopra i 100 dollari al barile, fino ai massimi degli ultimi due anni e mezzo, hanno indicato gli operatori.

Avvio in positivo per tutti i principali mercati europei: a Francoforte il Dax guadagna lo 0,61% a 7225,23 punti, a Parigi il Cac 40 progredisce dello 0,54% a 4057,91 punti, a Milano il primo indice Ftse Mib segna una crescita dello 0,38% a 22.323,08 e a Londra il FTSE 100 sale dello 0,34% a 5935,11 punti.

Ieri Wall Street ha chiuso in rialzo: il Dow Jones ha concluso la giornata a 12'066,80 punti (+0,07%), il Nasdaq a 2748,07 punti (+0,39%) e l'S&P 500 a 1308,44 punti (+0,16%).

La borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in rialzo dello 0,89%, in scia ai guadagni di Wall Street sostenuti dal miglioramento dei dati sull'occupazione Usa, che hanno dato nuova fiducia all'ipotesi di ripresa dell'economia americana.

L'indice Nikkei si è attestato quasi ai massimi intraday a quota 10.584,02, in progresso di 93,64 punti, grazie agli acquisti dei titoli delle principali società esportatrici, incluse quelle dell'elettronica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.