Navigation

Borsa svizzera: avvio incerto

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2012 - 09:30
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha aperto in lieve ribasso, ma dopo alcuni minuti gli indici si sono portati in territorio positivo. Alle 09.20 circa il listino principale segna 6197,07 punti, in aumento dello 0,08%. L'indice allargato SPI è a quota 5612,97 (+0,07%). Secondo gli operatori prosegue la fase di assestamento dopo la decisione del pacchetto di aiuti alla Grecia e i deludenti dati congiunturali pubblicati ieri da Eurolandia.

Fra i titoli guida a Zurigo si sta mettendo in luce Swiss Re (+3,96%) che oggi ha pubblicato i risultati del 2011, decisamente migliori rispetto alle attese degli analisti.

Chiusura in territorio negativo ieri sera per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,21% a 12.938,67 punti, il Nasdaq lo 0,52% a 2.933,17 punti. Per oggi pomeriggio sono attesi dati settimanali sul mercato del lavoro negli USA.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in rialzo dello 0,44% grazie al rally di chiusura sostenuto dalla frenata dello yen. L'indice Nikkei è giunto a quota 9595,57.

Sulle altre principali piazze europee, avvio negativo a Milano, con il primo indice Ftse Mib che segna una perdita dello 0,16% a 16.531 punti. Quasi invariato in apertura l'indice FTSE 100 della Borsa di Londra (-0,03% a 5914,85 punti). Stesso andamento a Francoforte, con il Dax in calo dello 0,07% a 6843,87 punti, e a Parigi dove il Cac 40 perde in avvio lo 0,18% a quota 3442,64.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?