Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Apertura in ribasso alla Borsa svizzera, dopo che a Wall Street l'entusiasmo per l'annuncio di Pechino di una maggiore flessibilità dello yuan cinese si è attenuato. Sui mercati si stanno verificando realizzi di guadagni, hanno rilevato gli operatori. Poco dopo le 09.30 il listino principale SMI segna 6506,95 punti, in calo dello 0,19%. L'indice allargato SPI scende dello 0,22% a quota 5724,81.
Wall Street ha chiuso in lieve flessione, con l'indice Dow Jones in discesa dello 0,08% a quota 10.442,41. Il Nasdaq ha perso lo 0,90% a 2289,09 punti. La Borsa di Tokyo stamane ha terminato gli scambi con l'indice Nikkei in ribasso dell'1,22% a 10.112,89 punti.
Avvio negativo anche per le principali piazze del Vecchio Continente. A Londra l'indice FTSE 100 scende dello 0,74% a 5259,89 punti. Alla Borsa di Francoforte il Dax apre in calo dello 0,61% a 6254,86 punti e a Parigi l'indice Cac 40 cede lo 0,88% a quota 3703,31. A Milano l'Ftse Mib segna un -0,58% a 20.670 punti, mentre l'All Share perde lo 0,52%.

SDA-ATS