Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Rifiata oggi la Borsa svizzera dopo le ultime sessioni al cardiopalma complice la crisi finanziaria europea e la debolezza dell'euro. Verso le 09.15, anche sul rimbalzo di Tokyo, l'indice dei titoli guida SMI saliva dell'1,11% a 6159,47 punti. Sul mercato allargato, l'SPI avanzava dell'1,09% a 5425,63 punti. In ripresa i titoli bancari.
Avvio di seduta positivo anche per Milano, col Ftse Mib che ha segnato un rialzo iniziale dell'1,86% a 18.724 punti ed il Ftse All Share dell'1,8% a 19.306 punti. Avvio in netto rialzo anche per la Borsa di Parigi, che sale dell'1,87% a 3.393,44 punti. Apertura in territorio positivo anche per Londra, che guadagna l'1,29%, e Francoforte, col Dax in crescita dell'1,17%.
La Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi in rialzo dello 0,66%, mettendo a segno un piccolo rimbalzo dopo la lunga serie negativa, grazie allo yen che ha ceduto terreno verso dollaro ed euro. L'indice Nikkei si è portato a 9.522,66 punti.
Wall Street ha praticamente azzerato ieri sera in chiusura le perdite accumulate nel corso della giornata. Il Dow Jones ha ceduto lo 0,20% a 10.046,62 punti, il Nasdaq ha perso lo 0,12% a 2.210,95 punti e lo S&P 500 ha chiuso in lieve rialzo a 1.074,24 punti (+0,05%).

SDA-ATS