Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura positiva stamane alla Borsa svizzera, malgrado le indicazioni sfavorevoli provenienti dagli USA e dell'Asia. Dopo le prime battute i listini hanno perso terreno per poi risalire la china. Verso le 09.30 l'indice SMI dei titoli guida segnava 8'090,46 punti, in aumento dello 0,41%. L'indice completo SPI era a quota 7'670,60 (+0,36%).

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi poco mossa, con un calo frazionale dello 0,07%, in scia all'incertezza per la debolezza di Wall Street e del dollaro, sotto pressione malgrado la Federal Reserve abbia deciso di continuare gli acquisti di prestiti per aiutare l'economia a raggiungere una crescita sostenibile. L'indice Nikkei cede 9,81 punti, attestandosi a quota 14.732,61.

Chiusura negativa ieri per Wall Street. Il Dow Jones ha terminato le contrattazioni segnando -0,32% a 15.401,38 punti. L'indice tecnologico Nasdaq ha perso lo 0,25% a 3.765,29 punti. Per il pomeriggio sono attesi dati sul mercato immobiliare americano.

Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. Il Ftse Mib guadagna lo 0,30% a 17.968 punti. La Borsa di Londra apre invariata con l'indice Ftse-100 a 6.558,60 punti. L'indice Dax della Borsa di Francoforte è partito in calo dello 0,35% a quota 8.645,24, Positiva la Borsa di Parigi con l'indice Cac 40 che segna +0,10% a 4.180,23 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS