Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio prudente stamani alla Borsa svizzera. Continua a preoccupare l'insicurezza che regna nella regione ucraina e la crisi irachena. Nel pomeriggio sono attesi alcuni dati macroeconomici statunitensi. Verso le 9:20 l'indice guida SMI cedeva lo 0,18% a 8.638,59 punti. L'indice allargato SPI era in discesa dello 0,14% a 8.537,31 punti.

Avvio in calo anche per le altre principali piazze finanziarie europee. A Milano, a Piazza Affari il Ftse Mib cedeva lo 0,42% a 22.064 punti. Alla Borsa di Londra, l'indice Ftse-100 scendeva dello 0,11% a 6.770,2 punti. Alla Borsa di Parigi il Cac 40 segnava -0,39% a 4.525,68 punti e infine alla Borsa di Francoforte l'indice Dax perdeva lo 0,27% a 9.885,97 punti.

La Borsa di Tokyo ha scontato oggi le prese di profitto dopo i guadagni dei giorni scorsi e ha chiuso la seduta in calo dell'1,09% con l'indice Nikkei a 14.933,29 punti. A pesare anche il nuovo rafforzamento dello yen su euro e dollaro.

Venerdì a Wall Street il Dow Jones era salito dello 0,25% a 16'775.74 punti, il Nasdaq dello 0,30% a 4'310.653 punti mentre lo S&P 500 aveva messo a segno un progresso dello 0,3% a 1.935,9 punti.

SDA-ATS